L’utilizzo della resina per il ripristino pavimenti industriali: una soluzione versatile, durevole e di design

21 agosto 2018

Il pavimento del tuo stabilimento industriale inizia “ad accusare il colpo” e ti sei appena reso conto che il numero di crepe aumenta con il passare dei giorni?

Quello di cui hai bisogno è certamente una soluzione che ti permetta di non fermare la produzione per molto tempo, che sia durevole e che non comporti un investimento elevato.

Le resine per pavimenti industriali sono la soluzione che si sta diffondendo sempre di più nel settore dell’edilizia.

Una finitura veloce da realizzare, versatile al punto da essere utilizzata su pavimentazioni , sottofondi e massetti in calcestruzzo ma anche per il ripristino di pavimentazioni industriali usurate.
 

Caratteristiche e vantaggi delle resine per pavimenti industriali

pavimentazioni industriali in resina forlìL’utilizzo della resina nel ripristino pavimenti industriali è cresciuto in maniera esponenziale nel corso di questi ultimi anni, diffondendosi in egual misura in ambito industriale e commerciale.

I pavimenti industriali in resina sono facili da pulire, resistenti, hanno un costo accessibile a tutti, sono altamente personalizzabili e hanno una elevata componente di design.

In ambito industriale questa soluzione innovativa è particolarmente consigliata anche per altri motivi:

  • l’elevata resistenza ai carichi, sia statici che dinamici;
  • l’elevata resistenza anche in luoghi dove vengono impiegate sostanze chimiche pericolose;
  • la ridotta probabilità di slittamento;
  • la capacità di assorbire ed attutire i rumori.

I pavimenti industriali in resina rappresentano dunque una valida alternativa anche dal punto di vista delle prestazioni e della funzionalità, oltre che dall’evidente lato estetico.

L’attività continua di ricerca ed i traguardi raggiunti in ambito tecnologico hanno favorito lo sviluppo di resine per pavimenti completamente ecologiche , ecosostenibili ed esenti da rilascio nell’ aria di sostanze nocive quindi risultano essere particolarmente indicate per ambienti asettici .

Questo è uno dei motivi per cui i pavimenti in resina vengono impiegati anche in ambito sanitario, in ospedali e cliniche, e all’interno di industrie alimentari.

 

Distacco della resina, ingiallimento e graffi: ecco gli “inconvenienti” più comuni delle pavimentazioni industriali in resina

Le cause che favoriscono il deterioramento di una pavimentazione industriale sono numerose.

Al primo posto troviamo l’ assenza di progettazione preliminare , poi la scarsa qualità dei materiali utilizzati al momento della realizzazione nonché la poca competenza degli operatori: questa combinazione porta spesso a crepe e al successivo distacco di intere parti di superficie.

La durata della vita delle pavimentazioni industriali in resina è minacciata inoltre da tre problemi comuni legati all’usura e alla scarsa manutenzione delle superfici.

 

Distacco di parti della resina dal massetto

La scarsa qualità dei materiali utilizzati in fase di realizzazione provoca spesso il distacco di parti di resina dal massetto sottostante.

Lo stesso si ha quando il sottofondo non è perfettamente piano oppure in presenza di una forte umidità di risalita: in questi casi è necessario rimuovere la resina ormai rovinata, ripristinando o addirittura rifacendo completamente il massetto sottostante.

Il distacco può essere dovuto quindi:

  • ad una progettazione sbagliata;
  • alla perdita di planarità del piano per cause strutturali mutate nel tempo ;
  • alla rottura di giunti di costruzione e di contrazione;
  • al gelo, se la pavimentazione si trova all’esterno;
  • alla deformazione del calcestruzzo e al cedimento del piano di appoggio sottostante;
  • al passaggio continuo di mezzi con ruote particolarmente dure;
  • al sovraccarico di punta non considerato;
  • all’ esposizione della pavimentazione in ambiente chimico particolarmente aggressivo ;
  • ecc…

 

L’ingiallimento delle superfici a causa dei raggi solari

Nel caso in cui le pavimentazioni industriali in resina siano realizzate con resine epossidiche di scarsa qualità , le probabilità di ingiallimento a causa dei raggi solari o di aggressioni chimiche ,  aumentano.

Esistono diverse soluzioni per evitare o limitare questo problema:

  1. utilizzare degli additivi che bloccano in parte l’ingiallimento;
  2. scegliere tinte tendenti al giallo e alle sue sfumature;
  3. scegliere resine cementizie o acriliche che non siano soggette a questo problema.

 

Graffi ,  abrasioni e rigature

La presenza di graffi e altre abrasioni dipende, chiaramente, dall’usura quotidiana: questo tipo di problema per fortuna non compromette le prestazioni delle pavimentazioni ma, dal punto di vista estetico, non è il massimo.

La soluzione migliori in queste circostanze è rappresentata dalle resine opache, che mettono  decisamente meno in evidenza i “difetti” estetici .

 

Ripristino pavimenti industriali: l’offerta di PI2000

riprisitno pavimenti industriali in resinaAnche nel caso delle pavimentazioni industriali in resina vale la regola “prevenire è meglio che curare”:  una buona progettazione preliminare in base allo stato di fatto del pavimento, considerando altresì l’ esposizione dello stesso nell’ ambiente futuro, ci permetterà di donare una lunga vita alla pavimentazione , in assenza di costosi ripristini manutentivi.

PI 2000 realizza pavimentazioni industriali in resina autolivellanti, si occupa del recupero dei pavimenti danneggiati, esegue sigillature e ripristina i giunti.

Le nostre pavimentazioni industriali in resina possono anche essere eseguite in assenza di fughe: avranno una superficie continua grazie all’utilizzo di materiali consolidanti ed autolivellanti.

 

Dopo le operazioni di ripristino dei pavimenti industriali, le resine impiegate non si ritirano: crepe, fessure e dilatazioni saranno solo un ricordo.

La resina viene comunemente utilizzata per realizzare:

  • Rampe di carico in pendenza;
  • Pareti verticale;
  • Pavimenti industriale ed architettonici;
  • Consolidamento e ripristino di pavimentazioni esistenti;
  • Ripristino dei giunti di costruzione e di contrazione.

 

Ripristino pavimenti industriali: come opera PI 2000

La resina è un’ottima soluzione quando le superfici trattate sono molto danneggiate ma in alcuni casi potrebbe non essere la soluzione più appropriata.

È necessario dunque eseguire un’analisi preliminare, visionare i supporti soggetti all’opera e individuare il trattamento consolidante più appropriato.

Rispettando i criteri di buona pratica ed esecuzione delle opere, mettiamo la nostra esperienza a vostra disposizione, offrendo una soluzione finale dall’ottimo rapporto qualità – prezzo: il nostro personale tecnico sarà pronto a consigliarvi ed indirizzarvi verso l’intervento più idoneo alle vostre necessità.

Una volta eseguita l’analisi tecnica ed economica, nel caso in cui il ripristino delle pavimentazioni industriali in resina dovesse essere economicamente svantaggioso, (considerando anche le motivazioni che hanno comportato il degrado della pavimentazione stessa), sapremo consigliarvi  la soluzione più indicata e l’ intervento più appropriato, sia in base alle Vostre richieste, sia in base allo stato di esposizione della pavimentazione stessa nell’ ambiente circostante .